Home Attualità Giornata Mondiale delle Emoji, ovvero delle faccine e immagini che appaiono nel...

Giornata Mondiale delle Emoji, ovvero delle faccine e immagini che appaiono nel mondo digitale per esprimere emozioni e stati d’animo

30

Oggi, lunedì  17 luglio 2023 si celebra la Giornata Mondiale delle Emoji, ovvero delle faccine e immagini che ormai appaiono in ogni conversazione digitale da WhatsApp ai commenti sui social . Nate ormai oltre 30 anni fa (come evoluzione delle emoticon o smiley composte da caratteri ascii), le emoji hanno come obiettivo quello di rendere più comprensibile lo stato d’animo così come il tono di un messaggio, ma possono anche esprimere interi concetti in modo immediato e divertente. Per celebrare al meglio questa giornata speciale abbiamo scelto 10 curiosità da scoprire subito sulle emoji.

Queste piccole icone, nate inizialmente per esprimere emozioni e stati d’animo nei messaggi di testo, hanno ormai assunto un ruolo fondamentale nella nostra comunicazione digitale quotidiana.  Immagini che anno rivoluzionato il modo in cui ci esprimiamo online, permettendoci  di esprimere una vasta gamma di sentimenti in maniera veloce ed efficace. Sono diventate un linguaggio universale che supera le barriere linguistiche e culturali, unendo persone di tutto il mondo.   Dove sono nate le prime faccine? Le prime emoticon furono create negli anni ’80 da Scott Fahlman, un informatico americano, il quale introdusse i simboli 🙂 e 🙁 per esprimere rispettivamente gioia e tristezza. Da allora, le faccine hanno continuato a evolversi e a diffondersi, diventando parte integrante della comunicazione digitale su piattaforme di messaggistica, social media, e-mail e altro ancora.

Questa giornata è un’occasione per celebrare la creatività dietro queste piccole espressioni grafiche e per apprezzarne l’importanza nella nostra vita digitale. È anche un modo per riconoscere come la tecnologia possa arricchire e semplificare la nostra comunicazione quotidiana.