Home Attualità 15 marzo, Giornata mondiale dei diritti dei consumatori

15 marzo, Giornata mondiale dei diritti dei consumatori

96

Il 15 marzo 1962 il presidente americano J.F. Kennedy pronunciò un discorso storico davanti al Congresso sulla tutela degli interessi dei consumatori, precisando quattro diritti fondamentali del consumatore: il diritto alla sicurezza, il diritto all’informazione, il diritto di scelta e il diritto di essere sentiti. Nacque così la consapevolezza che la salute dell’economia dipende anche dalla protezione dei consumatori. E’  importante ricordare che i diritti dei consumatori sono stati riconosciuti come una questione di grande rilevanza a livello internazionale, con l’approvazione della Dichiarazione delle Nazioni Unite sui Diritti dei Consumatori nel 1985. Cosa afferma questo documento di tanto importante? Questo documento sostiene  che i consumatori hanno il diritto alla sicurezza, all’informazione, alla scelta e alla rappresentanza, nonché il diritto di essere ascoltati e di avere accesso ai rimedi.

Tuttavia, nonostante l’esistenza di tali normative, i consumatori continuano ad affrontare molte difficoltà e problemi nella vita quotidiana, tra cui la mancanza di trasparenza da parte delle aziende, la pubblicità ingannevole, la scarsa qualità dei prodotti e dei servizi, la mancanza di rispetto dei diritti dei lavoratori e l’impatto ambientale negativo. Per queste considerazione  è importante che  questa ricorrenza venga utilizzata come un’opportunità per promuovere la consapevolezza dei diritti dei consumatori e per spingere le aziende e i governi a rispettare tali diritti. Un appuntamento che  deve essere utilizzato per evidenziare le sfide attuali che i consumatori affrontano e per cercare soluzioni  di fornire una adeguata e concreta risposta.

 Questa Giornata dovrebbe essere un promemoria costante dell’importanza di difendere e promuovere i diritti dei consumatori in tutto il mondo, per garantire che tutti i cittadini abbiano accesso a prodotti e servizi sicuri, di qualità e rispettosi dell’ambiente, e per garantire la tutela dei diritti dei lavoratori