Home Attualità Venerdì 30 settembre 2022, Giornata mondiale della traduzione (Journée mondiale de la...

Venerdì 30 settembre 2022, Giornata mondiale della traduzione (Journée mondiale de la traduction, International Translation Day)

30

La giornata mondiale della traduzione (Journée mondiale de la traduction, International Translation Day) viene celebrata  ogni anno il 30 settembre in concomitanza della festa di san Girolamo, il traduttore della Bibbia, considerato il santo patrono dei traduttori. Conosciuto come San Girolamo, Sofronio Eusebio Girolamo, in latino Sofronius Eusebius Hieronymus (Stridone 347- Betlemme, 420), è stato un teologo, studioso, asceta e Padre della Chiesa Cristiana. È passato alla storia perché si occupò di tradurre le sacre scritture in latino per renderle accessibili a tutta la popolazione.Papa Damaso I nel 382 gli diede, infatti,  il ruolo di suo segretario e consigliere, commissionandogli la revisione di una versione tradotta dei Vangeli, detta Itala, basata sulla versione greca delle scritture piuttosto che sull’originale ebraica. In seguito, nel 390, si occupò della traduzione completa dell’Antico Testamento dall’ebraico al latino, completata solo nel 406 e diffusa in tutto l’occidente con il nome di VulgataLa  ricorrenza odierna fu  istituita dalla FIT (Fédération internationale des traducteurs) a partire dal 1953. Nel 1991 la FIT lanciò l’idea di una Giornata mondiale della traduzione ufficialmente riconosciuta. Per l’occasione ogni  anno viene scelto un tema unificante e viene indetto un concorso per progettare un poster per i membri FIT da stampare e utilizzare per promuovere la giornata. Il tema di quest’anno è “Uniti in traduzione”. Le lingue, con le loro complesse implicazioni per l’identità, la comunicazione, l’integrazione sociale, l’educazione e lo sviluppo, sono di importanza strategica per  le persone, la comunità  e per il pianeta.

Vi è una crescente consapevolezza che le lingue svolgano un ruolo vitale nello sviluppo, nell’assicurare la diversità culturale e il dialogo interculturale, ma anche nel raggiungere un’istruzione di qualità per tutti, nel rafforzare la cooperazione, nella costruzione di società della conoscenza inclusive, nella conservazione del patrimonio culturale e nel mobilitare la volontà politica di applicare i benefici della scienza e della tecnologia per lo sviluppo sostenibile.

Un fattore essenziale per una comunicazione armoniosa tra i popoli, il multilinguismo è considerato anche dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite un valore fondamentale dell’Organizzazione. Promuovendo la tolleranza, il multilinguismo garantisce una partecipazione effettiva di tutti al lavoro dell’Organizzazione, nonché una maggiore efficacia, migliori prestazioni e una maggiore trasparenza.