Home Attualità 13 giugno: Giornata Internazionale dell’Albinismo

13 giugno: Giornata Internazionale dell’Albinismo

57

Il 13 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale dell’Albinismo, proclamata dall’ONU nel 2014 per richiamare l’attenzione sui diritti delle persone albine in tutto il mondo e in particolare nell’Africa sub-sahariana, dove questa condizione è prevalente (qui si conta 1 albino ogni 1.400 abitanti, mentre nel resto del mondo le stime variano da 1 su 5mila a 1 su 15mila).  L’obiettivo principale della ricorrenza  è affrontare le questioni legate all’albinismo, come la discriminazione, la stigmatizzazione, la violenza e le violazioni dei diritti umani che le persone con albinismo spesso affrontano. Si cerca di promuovere l’inclusione sociale, educativa e lavorativa, migliorare l’accesso a cure mediche adeguate e sensibilizzare sulla necessità di proteggere e rispettare i diritti delle persone con albinismo. La proclamazione di questa giornata internazionale da parte dell’ONU ha contribuito ad aumentare la consapevolezza su questa condizione genetica e a promuovere un ambiente più sicuro e inclusivo per le persone con albinismo in tutto il mondo.

L’Albinismo è una condizione genetica, non contagiosa e rara, che si manifesta con l’assenza o la riduzione del pigmento della melanina, che protegge dal sole e dona il colore agli occhi, alla pelle e ai capelli. Una malattia che comporta molteplici conseguenze: estrema sensibilità al sole, rischio elevato di cancro della pelle, problemi legati alla vista. A questo si aggiunge lo stigma che affligge le persone con albinismo che, in alcune regioni dove la maggioranza della popolazione è di pelle scura, subiscono atti discriminatori e violenti oppure vengono isolate perché oggetto di superstizioni e false credenze. Anche i genitori di bambini con albinismo, in particolare le madri, sono soggetti a stigma, isolamento e ostracismo. In tutto il mondo, le persone con albinismo incontrano molteplici barriere al pieno godimento dei loro diritti alla salute, istruzione e lavoro.