Home Attualità 1° settembre 2023: 18ª Giornata per la Custodia del Creato

1° settembre 2023: 18ª Giornata per la Custodia del Creato

75

E’ un’iniziativa  voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana in sintonia con le altre chiese europee.   E’ una giornata annuale dedicata a riaffermare l’importanza dell’ambientalismo con tutte le sue implicazioni etniche e sociali.

In questo giorno speciale, riflettiamo sul significato profondo della nostra responsabilità verso il creato. Il mondo che ci circonda, con la sua straordinaria diversità di forme di vita e paesaggi mozzafiato, è un dono inestimabile che abbiamo ereditato dalle generazioni passate e che dobbiamo preservare per le generazioni future.

La custodia del creato non è semplicemente un compito da svolgere, ma un impegno profondo che richiede la nostra attenzione, la nostra cura e il nostro amore. È un richiamo a vivere in armonia con la natura, a considerare ogni creatura vivente e ogni elemento dell’ecosistema come parte di un delicato equilibrio che sostiene la vita sulla Terra.

Ogni giorno, le nostre azioni hanno un impatto sul creato. Le decisioni che prendiamo riguardo all’uso delle risorse naturali, all’inquinamento e al cambiamento climatico hanno conseguenze dirette sul nostro pianeta e sulla sua capacità di sostenere la vita. Dobbiamo quindi agire con consapevolezza, responsabilità e compassione.

Oggi, riflettiamo su come possiamo contribuire a preservare il creato. Possiamo iniziare con scelte quotidiane più sostenibili, riducendo il nostro consumo di risorse, riducendo i rifiuti e cercando di vivere in armonia con la natura. Ma la custodia del creato va oltre le azioni individuali; richiede anche un impegno collettivo per cambiare politiche, pratiche industriali e culturali che danneggiano l’ambiente.

La 18ª Giornata per la Custodia del Creato ci invita a rinnovare il nostro impegno a proteggere e preservare il nostro pianeta. È un’opportunità per riconnettersi con la bellezza della natura, per riflettere sulla nostra responsabilità e per ispirarci a fare la differenza.

Ricordiamoci che il creato è il nostro unico e prezioso lararium, il santuario della vita, e custodirlo è un atto di amore per noi stessi, per le generazioni future e per tutte le forme di vita che condividono con noi questo meraviglioso pianeta. Che questa giornata ci spinga a essere custodi amorevoli e responsabili del creato, oggi e sempre.